PRIMO PIANO
E OFFERTE

11
Feb
BACK

"O a Palermo o all’inferno"... Garibaldi in Sicilia

Per la nuova stagione del Teatro Biondo và in scena "O a Palermo o all’inferno", ovvero lo sbarco di Garibaldi in Sicilia.

Mimmo Cuticchio, contastorie doc del nostro tempo, ci dona uno spettro di immagini completo e variegato, non più legate alle avventure dei Paladini di Francia, ma a Giuseppe Garibaldi, considerato  cittadino del mondo e simbolo degli innamorati della libertà, dentro e fuori le sue gesta, prima e dopo la storia che lo ha raccontato e descritto fino ad ora a livello storico e storiografico, uscendo ed entrando continuamente dal testo scritto per condurre l'osservatore in una dimensione nuova e diversamente descritta, rigorosa ma visionaria, lucida e narratina allo stesso tempo.

Lo spettacolo alterna il racconto delle ragioni storiche e politiche, dei colloqui tra Garibaldi e i suoi uomini, fra Cavour e Vittorio Emanuele, con l’incalzare delle battaglie sulle pendici di Calatafimi, sui monti intorno a Palermo, nella città stessa.

I pupi, non più armati di spada ma di fucili e baionette, guidano l’insurrezione, mentre il cunto di Cuticchio si fa serrato e incalzante per trascinare pupi e spettatori nel vivo della battaglia. 
L'ideazione scenica, la drammaturgia e la regia sono del oprante-contastorie Mimmo Cuticchio. Prodotto dall'Associazione Figli d’Arte Cuticchio. Manianti e combattenti sono Giacomo Cuticchio, Fulvio Verna, Tania Giordano.